WHITE SHARK

WEIZEN

C’è stato un tempo in cui l’Adriatico del Nord, dal Golfo di Trieste al Quarnaro, pullulava di Carcharodon carcharias, i grandi squali bianchi (The Great White Shark), come quello catturato il 20 maggio 1906 nel Quarnaro dal capitano Morin che la donò poi al Museo di Storia Naturale di Trieste. Allora – tra l’Ottocento e i primi del Novecento – gli squali bianchi erano volgarmente chiamati “Cagnizza”. Erano talmente numerosi, e talmente temuti, che le autorità stabilirono un compenso in denaro per chi li avesse catturati e uccisi: 20 fiorini per esemplari lunghi meno di un metro, 30 per esemplari da uno a quattro metri, e 100 fiorini se lo squalo preso era più lungo di quattro metri…

Descrizione: Birra al frumento
Tipologia di appartenenza: Birra ad alta fermentazione
Colore: Biondo velato
Profumo: lieve e caratteristico aroma di banana e frutti tropicali
Gusto: delicata e fresca, un giusto mix di dolce/acidulo
Abbinamenti consigliati: Perfetta con il pesce anche fritto o crudo, crostacei e frutti di mare e con il bollito

Gradazione alcolica 5% vol.

PROVAMI